Il sito di Attilio Folliero
01/05/06 Caracas
martes, 06 abril 2010 23:12
Escritos en Espa˝ol
Espa˝ol
Articoli di Attilio Folliero sul Venezuela
Venezuela 
B˙squeda personalizada
Principal Arriba 10/03/06 Iran 14/03/06 Censurato 21/04/06 Italia 01/05/06 Caracas 19/05/06 Colombia 01/06/06 Opep 04/06/06 Alan Garcia 20/06/06 Israele 23/06/06 Mundial 26/06/06 Espa˝oles 27/06/06 A Livella 12/08/06 Chavez 12/08/06 Cuba 12/08/06 Encuesta 14/08/06 Montesacro 17/09/06 Fiesta Chile 18/09/06 Transporte 20/09/06 Logros 29/09/06 Puglia 14/10/06 A Prodi 23/10/06 La Stampa 23/10/06 Venezuela 25/10/06 ONU 29/10/06 Oaxaca 13/11/06 Alan Woods 14/11/06 Orinoquia 15/11/06 Hernandez 20/11/06 Misiones 22/11/06 Encuesta 27/11/06 Castiglia 29/11/06 Venirauto 30/11/06 Elezioni 10/12/06 Diario Vea 16/12/06 PSUV 18/12/06 Time 19/12/06 Vive Tv 20/12/06 Polo 21/12/06 Allende 21/12/06 Conciencia
Dal 15/10/2006
Google Analytics
Page Rank Check
 
Principal
Arriba
Primo maggio internazionalista a Caracas
Attilio Folliero, Caracas 01/05/2006

anche una delegazione di Rifondazione Comunista e' presente alla sfilata del primo maggio con gli italo-venezuelani del circolo gramsci

Quest'anno alla marcia del Primo Maggio di Caracas era presente anche una delegazione del Partito Comunista Italiano, che ha sfilato assieme al Circolo Bolivariano Italo-venezuelano "Antonio Gramsci" di Caracas ed a Foro "Costitucion y Paz", presieduto dal deputato ed ex Vice Ministro degli Interni Venezuelano, Augusto Montiel.

La marcia di Caracas ha connotati che vanno ben oltre la frontiera del Venezuela. E' veramente una marcia internazionalista. Nella foto accanto i rappresentanti dei venezuelani del Mundo, riuniti sotto la bandiera della Patria Grande: si tratta dei tanti cittadini stranieri residenti in Venezuela, tra i quali sono numerosi coloro che in passato sono scampati alle persecuzioni di questa o quella dittatura, presente un po' ovunque in America Latina. Qui in Venezuela, soprattutto adesso col Governo democratico di Chßvez, hanno incontrato la libertÓ.

Alla marcia - come dicevamo - oltre agli italo-venezuelani del Circolo Bolivariano "Antonio Gramsci" di Caracas, sempre presenti in tutte le manifestazioni, ha asistito anche una delegazione del Partito Italiano della Rifondazione Comunista, tra i quali Marco Trapassi (*), dirigente nazionale, Walter Aiello, capogruppo Consiliare al Consiglio Provinciale di Parma e Francesco Samuele, dirigente regionale dell'Emilia Romagna. I tre sono in Venenzuela ovviamente per conoscere la realta' della rivoluzione bolivariano; stanno girando in lungo e largo il paese, incontrando ed intervistando quante piu' persone possibili; persone di tutti gli strati sociali, dal ministro, al parlamentare, alla persona piu' umile che vive nei barrios, ai membri della classe media. Sono rimasti veramente impressionati dell'enorme seguito che riscuote il presidente Chßvez a tutti i livelli. Pensavano che Chßvez avesse un seguto solo tra le classi piu' umili ed invece hanno scoperto che riscuote una fiducia incondizionata anche tra gli appartenenti alla classe media. Si sono imbattuti nella Asociazione "Clase Media en Positivo" che sta raccogliendo le circa 700.000 firme necessarie per legalizzarsi come partito politico, il partito ufficiale della Classe media che appoggia Chavez.

Ci confidano che nel documentario che stanno girando, raccontano del perche' la gente ama cosi tanto al Comandante Chavez; della speranza in un futuro migliore che questo carsimtico presidente e' riuscito a dare a milioni di persone, un tempo semplicemnte degli esclusi; milioni di uomini, milioni di donne che non avevano nessun tipo di diritto; non avevano diritto neppure alle briciole piu' piccole delle immense ricchezze di cui ha goduto e gode il Venenzuela; milioni di uomini, milioni di donne, milioni di bambini che non avevano diritto nemmeno alla speranza.

La marcia, poi, che per il cronista altro non era che una delle tante, che pur immensa non era neppure lontanamente paragonabile alle marce gigantesche di appoggio al Presidente Chavez, del 2003 e 2004, alla delegazione italiana e' sembrata impressionante, con le centinaia e centinai di migliaia di partecipanti. Certo se paragonata alle sfilate italiane del Primo maggio cui sno abituati i tre delegati italiani e' ovvio che alla delegazione italiana sia apparsa immensa.

Ovviamente la marcia, oltre che aspetti soindacali, aveva conmnotati politici e non puo' essere diversamente visto che quest'anno, a dicembre, ci sono le elezioni presidenziali. Il problema, chiaramente, non e' dovuto all'incertezza di chi le vincera': e' assolutamente scontata la vittoria di Chavez, che stando ad alcuni recenti sondaggi di una societa' statunitense, ha un grado di approvazione attorno al 66%. La sfida lanciata dal Presidente Chavez e' il raggiungimento di dieci milioni di voti, per dimostrare al mondo intero l'enorme accettazione che gode presso il popolo venezuelano. Dieci milioni di voti rapprsentano il 75% dell'intero elettorato, ma considerando una astensione non inferiore al 20%, il risultato rappresenterebbe praticamente il 90% dei voti. Questa la sfida di Chavez.

Un'altro elemneto che ha impressionato i delegati italiani, la simpatia della gente e la disponibilita' a qualsiasi livello. All'interno della chilometrica marcia non sono mancati momenti per socializzare e intercaqmbiare opinioni. Alla fine, una delegazione del Partito Comunista Venezuelano (PCV), sezione di Tachira, ha regalato agli italiani la bandiera del Partito Comunista Venenzuelano. La delegazione italiana avaeva tre bandiere Rifondazione e le ha regalate tutte.

Nelle seguenti foto, alcuni momenti della manifestazione.

Donne, due bandiere, un solo ideale

Bandiere dei comunisti italiani mischiate a quelle venezuelane

Alla manifestazione erano presenti anche personaggi famosi, che non potevano sfuggire alle richieste di autografo dei propri fans. Nelle due foto i membri del gruppo musicale "Lloviznando, canto", gruppo salvadoregno, famoso in tutta l'America Latina.

I rappresentati del Partito Comunista Venezuelano, che hanno regalato la bandiera agli italiani. Tra di loro, la scrittrice veneuelana, di origini polacche, Yuri Weki

La delegazione del Partito della Rifondazione Comunista presente alla marcia: da destra verso sinistra, Francesco Samuele, Valter  Aiello, Marco Trapassi; all'estrema sinistra Eunice Veliz, Foro, Costitucion y Paz.

__________________
* Francesco Samuele e Marco Trapassi erano presenti a Milano, lo scorso 17 ottobre 2005, all'incontro di Hugo Chßvez con i cittadini italiani. Vedasi nostro articolo, in cui i due appaiono assieme al presidente venezuelano.
feed
OK notizie
Folliero su Tecnocotizie
Add to Google Reader or Homepage
http://www.wikio.it
twitterSlidefacebookVideo in Daily Motion
folliero.it
Dal 26/01/2001
Nel sito gli scritti, gli articoli, le poesie, i racconti, di Attilio Folliero e Cecilia Laya, ma anche i principali eventi della propria vita. Spazio anche alle famiglie ed alle cittÓ di origine, Lucera, in Italia e Caracas, in Venezuela.
Articoli di Attilio Folliero sul Venezuela
Dal 2001 il Venezuela negli articoli di Attilio Folliero e Cecilia Laya
Galeria fotografica
Matrimonio Attilio Folliero e Cecilia Laya Lucera, 10/09/2004

selvas blog

Siti amici
Se hai un sito/Blog e vuoi intercambiare il link, contattaci


Sitios Amigos
Si tienes
un Sitio o Blog y quieres intercambiar el enlace, contßctanos
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicitÓ, esclusivamente sulla base della disponibilitÓ di materiale prodotto da Attilio Folliero e Cecilia Laya. Pertanto, non pu˛ considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della legge n. 62 del 07.03.2001 e leggi successive.
Articoli, poesie e racconti contenuti in questo sito sono Copyleft
E' permessa liberamente la loro riproduzione, citando autori e link. Comunicateci se riprendente un nostro scritto ed inseriremo il link al vostro sito/blog nella nostra pagina dei siti amici.
Eventuali loghi e marchi proposti in questo sito sono di proprietÓ dei rispettivi proprietari. Generalemente le immagini proposte sono di nostra proprietÓ o tratte dalla rete. Se stiamo utilizzando
immagini di proprietÓ, ovviamente inconsapevolemente,  comunicatecelo e provvederemo ad eliminarle immediatamente.