Il sito di Attilio Folliero
29/05/07 Adidas
martes, 06 abril 2010 23:12
Escritos en Español
Español
Articoli di Attilio Folliero sul Venezuela
Venezuela 
Búsqueda personalizada
Principal Arriba 04/01/07 Peajes 07/01/07 Brindis 10/01/07 Rincone 15/01/07 Diario Vea 17/01/07 V. Acosta 18/01/07 Debate 19/01/07 Araujo 24/01/07 Universal 26/01/07 Larriva 01/02/07 Tal Cual 08/02/07 Rueda 11/02/07 Socialismo 15/02/07 Bsf 27/02/07 Caracazo 01/03/07 Haiti 05/04/04 Stampa 18/04/07 Parlatino 25/04/07 Venirauto 27/04/07 Gramsci 01/05/07 Epocale 27/05/07 Caso RCTV 28/05/07 RCTV 29/05/07 Adidas 01/06/07 Piramides 02/06/07 Chavez 08/06/07 Voce Italia 13/06/07 Chavez 16/06/07 Google 18/06/07 Petrolio 26/06/07 VTV 26/06/07 Luis Posada 28/06/07 Beppe Grillo 01/07/07 Repubblica 01/07/07 Omero Ciai 06/07/07 Aniversario 15/07/07 Simposio 19/07/07 Cacciatore 20/07/07 Gramsci 21/07/07 Publico 01/08/07 Risposta 21/08/07 Internet 22/08/07 Storia Internet 10/09/07 Crisi 25/09/07 Itanica 02/10/07 Alma Mater 21/10/07 Cuba 29/10/07 Satelite 01/11/07 Bloqueo Cuba 04/11/07 Manipolare 04/11/07 Riforma 05/11/07 Baduel 08/11/07 Messaggero 08/11/07 Riforma 09/11/07 Caricaturas 11/11/07 Callate 12/11/07 Apicella 14/11/2007 Solidaridad 14/11/2007 Album 22/11/07 Nocioni 23/11/07 Meyssan 01/12/07 Chavez 02/12/07 Resultados 03/12/07 NO
Dal 15/10/2006
Google Analytics
Page Rank Check
 
info@folliero.it
Principal
Arriba

Protestare con la maglietta dell’Adidas

Attilio Folliero, LPG, Caracas, 29/05/2007

 

 

In Venezuela i rapporti di forza sono chiari: da un lato una maggioranza del 70% che appoggia al governo di Hugo Chavez, dall’altro lato una minoranza del 30% che lo avversa qualunque cosa faccia. Il governo Chavez, in alcuni casi, ha emanato provvedimenti che hanno beneficiato soprattutto le classi medie e medie-alte. Provvedimenti come la concessione di crediti per l’avvio di una attivitá imprenditoriale sono diretti soprattutto alle classi medie e medie alte. I crediti al consumo per l’acquisto, per esempio di una macchina che permettono anche l'acquisto di una macchina di grossa cilindrata, non meno di 40/50.000 euro non sono provvedimenti che vanno a beneficiare le classi popolari. Nemmeno nella ricca Italia le classi popolari possono permettersi fuoristrada da 40/50.000 euro.

 

Cosí il credito per l’acquisto dell’appartamento, che ha finito per beneficiare soprattutto le classi medie. Purtoppo, malgrado gli enormi benefici previsti dalla legge, il provvedimento non arriva a beneficiare le classi piú povere ed emarginate.

 

I provvedimenti per l'acquisto ell'immobile prevedono un mutuo offerto ad un tasso che é infinitamente inferiore rispetto al tasso di inflazione, arrivando ad essere un terzo dell'inflazione; addiruttura una parte del costo dell'immobile é finanziato direttamento dallo stato a fondo perduto.

 

Malgrado tutto, questi provvedimenti non beneficiano le classi piú povere, quelle che non hanno un posto fisso, uno stipendio fisso mensile, quelle che non hanno il gruzzoletto da parte per l’anticipo, che non potranno mai accedere ad un mutuo e che continueranno a vivere nelle baraccopoli che accerchiano le principali cittá del Venenzuela. Il governo Chavez non ha ancora preso di petto il problema. Si sta parlando di una “Missione Cristo” per sradicare la povertá entro il 2021, ma é tutto ancora da venire. Le grandi cittá continuano ad essere circoindate dalle baraccopoli, sotto gli occhi di tutti.

 

Molti provvedimenti, dunque, hanno beneficiato le classi medie e medio-alte. Non avrebbe senso protestare contro Chavez. In realtá chi avversa Chavez non lo fa sulla base di una gestione che non condivide, ma semplicemente sulla base di idee preconcette e soprattutto per l’appartenenza ad una determinata classe.

 

Alle ultime elezioni presidenziali, lo scroso 3 dicembre, l’opposizione ha preso circa quattro milioni di voto, attorno al 35%. Ovviamente non ci sono 4 milioni di oligarchi in questo paese, perá agli oligarchi si sommano milioni di persone appartenenti alle altre classi che o manipolati o per scelta avversano il Governo di Chavez. Da due a tre milioni di venezuelani hanno votato contro Chavez, perché il candidato oppositore aveva promnesso loro di dargli un reddito fisso mensile, circa un milione di bolivares, derivante dalla rendita petrolifera. Una promessa populista che peró é riuscita a penetrare nelle coscienze piú povere e deboli di questo paese. In quale pase non avrebbe penetrato?

 

Domenica scorsa la Televisione RCTV, di proprietá di ricche famiglie oligarchiche ha cessato di trasmettere in chiaro, in quanto lo Stato, legittimamente, allo scadere del contratto di concessione non ha voluto rinnovarlo per interessi superiori della collettivittá, ossia per cercare di riequilibrare le frequenze fra pubblico e privato. In Venezuela il settore privato detiene circa l’80% delle trasmissioni televisive. RCTV non é stata chiusa: continuera’ a trasmettere via cavo.

 

Tale provvedimento ha determinato delle proteste, circoscritte a determinate zone del paese ed in particolare nell’est della cittá di Caracas.

 

Per rendersi conto di chi stava protestando, bastava osservare i vestiti. La maggior parte di chi stava protestando indossava capi firmati, dalle scarpe al cappellino, al fazzoletto utilizzato per coprire il volto; erano “firmati” dalla testa ai piedi. Protestare indossando la maglietta dell’Adidas non é da tutti, ma solo da gente ricca, da gente che appartiene alle classi oligarchiche. Una minoranza, che qualunque provvedimento adotti il Governo sará sempre in piazza a protestare, perché la loro non é una protesta in contro di un determinato provvedimento: loro difendono interessi di classe, gli interessi della classe oligarchica.

feed
OK notizie
Folliero su Tecnocotizie
Add to Google Reader or Homepage
http://www.wikio.it
twitterSlidefacebookVideo in Daily Motion
folliero.it
Dal 26/01/2001
Nel sito gli scritti, gli articoli, le poesie, i racconti, di Attilio Folliero e Cecilia Laya, ma anche i principali eventi della propria vita. Spazio anche alle famiglie ed alle città di origine, Lucera, in Italia e Caracas, in Venezuela.
Articoli di Attilio Folliero sul Venezuela
Dal 2001 il Venezuela negli articoli di Attilio Folliero e Cecilia Laya
Galeria fotografica
Matrimonio Attilio Folliero e Cecilia Laya Lucera, 10/09/2004

selvas blog

Siti amici
Se hai un sito/Blog e vuoi intercambiare il link, contattaci


Sitios Amigos
Si tienes
un Sitio o Blog y quieres intercambiar el enlace, contáctanos
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale prodotto da Attilio Folliero e Cecilia Laya. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della legge n. 62 del 07.03.2001 e leggi successive.
Articoli, poesie e racconti contenuti in questo sito sono Copyleft
E' permessa liberamente la loro riproduzione, citando autori e link. Comunicateci se riprendente un nostro scritto ed inseriremo il link al vostro sito/blog nella nostra pagina dei siti amici.
Eventuali loghi e marchi proposti in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari. Generalemente le immagini proposte sono di nostra proprietà o tratte dalla rete. Se stiamo utilizzando
immagini di proprietà, ovviamente inconsapevolemente,  comunicatecelo e provvederemo ad eliminarle immediatamente.