Il sito di Attilio Folliero
01/08/07 Risposta
martes, 06 abril 2010 23:12
Escritos en Espa˝ol
Espa˝ol
Articoli di Attilio Folliero sul Venezuela
Venezuela 
B˙squeda personalizada
Principal Arriba 04/01/07 Peajes 07/01/07 Brindis 10/01/07 Rincone 15/01/07 Diario Vea 17/01/07 V. Acosta 18/01/07 Debate 19/01/07 Araujo 24/01/07 Universal 26/01/07 Larriva 01/02/07 Tal Cual 08/02/07 Rueda 11/02/07 Socialismo 15/02/07 Bsf 27/02/07 Caracazo 01/03/07 Haiti 05/04/04 Stampa 18/04/07 Parlatino 25/04/07 Venirauto 27/04/07 Gramsci 01/05/07 Epocale 27/05/07 Caso RCTV 28/05/07 RCTV 29/05/07 Adidas 01/06/07 Piramides 02/06/07 Chavez 08/06/07 Voce Italia 13/06/07 Chavez 16/06/07 Google 18/06/07 Petrolio 26/06/07 VTV 26/06/07 Luis Posada 28/06/07 Beppe Grillo 01/07/07 Repubblica 01/07/07 Omero Ciai 06/07/07 Aniversario 15/07/07 Simposio 19/07/07 Cacciatore 20/07/07 Gramsci 21/07/07 Publico 01/08/07 Risposta 21/08/07 Internet 22/08/07 Storia Internet 10/09/07 Crisi 25/09/07 Itanica 02/10/07 Alma Mater 21/10/07 Cuba 29/10/07 Satelite 01/11/07 Bloqueo Cuba 04/11/07 Manipolare 04/11/07 Riforma 05/11/07 Baduel 08/11/07 Messaggero 08/11/07 Riforma 09/11/07 Caricaturas 11/11/07 Callate 12/11/07 Apicella 14/11/2007 Solidaridad 14/11/2007 Album 22/11/07 Nocioni 23/11/07 Meyssan 01/12/07 Chavez 02/12/07 Resultados 03/12/07 NO
Dal 15/10/2006
Google Analytics
Page Rank Check
 
Principal
Arriba
01/08/07 Respuesta
Simposio BolÝvar, Garibaldi y Gramsci
Caracas 17-20 de Julio 2007

Angelo D'Orsi risponde a Beppe Vacca

Angelo D'Orsi risponde a Beppe Vacca
di Attilio Folliero, LPG, 01/08/2007
Antonio Gramsci Ŕ stato uno dei fondatori del Partito Comunista d'Italia, divenendone il segretario nel congresso celebrato a Lione (Francia) nel 1926. Pochi mesi dpo, l'8 novembre dello stesso 1926, cadde vittima della repressione fascista e finý in carcere, dove di fatto mori nel 1937; in realtÓ il fascismo per non farlo morire in carcere lo liber˛ un mese prima, ma Ŕ come se fosse morto in carcere.
 
Gramsci dopo essere stato ammazzato dal fascismo Ŕ stato ammazzato dai "compagni" del partito, in particolare dal suo nemico ideologico, Palmiro Togiatti (vedasi "Il caso Gramsci"). Oggi Gramasci continua ad essere violentato (vedasi l'articolo "Non violentiamo la storia") e spesso il suo pensiero Ŕ oggetto di manipolazione.
 
Gramsci Ŕ stato il fondatore del partito comunista ed era un comunista marxista. Chi sta riscattando il suo vero pensiero Ŕ Hugo Chavez (vedasi "Lezione di Chßvez su Gramsci"), cosý come ha riscattato il pensiero socialista. Altri semplicemente manipolano il pensiero di gramsci, continuando a violentarlo.
In Italia sta nascendo il Partito Democratico, che a partire del nome vuole essere un chiaro richiamo ai principi del Partito Democratico americano, imperialista e guerrafondaio alla pari del Partito Repubblicano; gli stessi fondatori, provenienti da posizioni molto distanti, basti pensare che una parte proviene dal vecchio PCI (Veltroni, D'Alema), un'altra parte dalla vecchia Democrazia Cristiana (Prodi) ed una parte dall'area radical-liberale (Rutelli), per citare i principali, si richiamano espressamente ai kennedy o ai Karl Popper.
 
Che c'entra il pensiero comunista con questo nuovo nuovo partito? Che c'entra il comunista Gramsci con questa formazione di ispirazione statunitense e liberale? Gramsci non c'entra assolutamente niente e non pu˛ avere niente in comune, perchŔ Gramsci era un comunista, ideologia rinnegata da parte dei vecchi membri del partito che hanno scelto di allearsi con il centro e parte della destra democratica (liberale).
 
Beppe Vacca in occasione del 70░ anniversario della morte di Gramsci, in una dichiarazione rilasciata al TG1 RAI (video alla sinistra) ha lasciato intendere che anche il pensiero di Gramsci Ŕ alla base del nuovo partito democratico, in un chiaro intento di manipolarne il pensiero al fine di avvicinare a questo nuovo partito quanti ancora si richiamano a Gramsci.
Durante il simposio di Caracas, il prof. Angelo D'Orsi, della International Gramsci Society di New York, societÓ nata al principio degli anni 90, nel tentativo di preservare il vero pernsiero gramsciano, cosý brutalmente manipolato e violentato dalla Fondazione Gramsci di Roma (nella conferenza Angelo D'Orsi spiega che alla sede di Torino della Fondazione Gramsci volevano perfino cambiare il nome stesso alla Fondazione!), indirettamente risponde alle dichiarazioni di Beppe Vacca, riportando le parole di Veltroni, principale candidato a segretario di questo nuovo partito filo americano, il quale in passato, quando era segretario del PDS, nato dalle ceneri del PCI, ebbe a dire: "Gramsci non ci appartiene pi¨". Ed Ŕ la pura veritÓ; il pensiero di Gramsci non pu˛ essere alla base del Partito Democratico, per la semplice ragione che Gramsci era un comunista e questo partito ha alla base il pensiero liberale.
Oggi, solo perchŔ un nome di fama mondiale, come Hugo Chavez, ne riscatta il pensiero, anche in Italia, Gramsci viene ripreso dall'armadio in cui era stato confinato per 70 anni e riproposto nel tentativo di avvicinare strumentalmente anche chi si Ŕ sempre richiamato ai proincipi del comunismo e di Gramsci.
 
Pensano che il popolo comunista italiano Ŕ cosi stupido ed ignorante, da cadere nella trappola.

Roma, 19/07/2007
Beppe Vacca al TG1 RAI

Caracas, 19/07/2007
Angelo d'Orsi risponde a Beppe Vacca
feed
OK notizie
Folliero su Tecnocotizie
Add to Google Reader or Homepage
http://www.wikio.it
twitterSlidefacebookVideo in Daily Motion
folliero.it
Dal 26/01/2001
Nel sito gli scritti, gli articoli, le poesie, i racconti, di Attilio Folliero e Cecilia Laya, ma anche i principali eventi della propria vita. Spazio anche alle famiglie ed alle cittÓ di origine, Lucera, in Italia e Caracas, in Venezuela.
Articoli di Attilio Folliero sul Venezuela
Dal 2001 il Venezuela negli articoli di Attilio Folliero e Cecilia Laya
Galeria fotografica
Matrimonio Attilio Folliero e Cecilia Laya Lucera, 10/09/2004

selvas blog

Siti amici
Se hai un sito/Blog e vuoi intercambiare il link, contattaci


Sitios Amigos
Si tienes
un Sitio o Blog y quieres intercambiar el enlace, contßctanos
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicitÓ, esclusivamente sulla base della disponibilitÓ di materiale prodotto da Attilio Folliero e Cecilia Laya. Pertanto, non pu˛ considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della legge n. 62 del 07.03.2001 e leggi successive.
Articoli, poesie e racconti contenuti in questo sito sono Copyleft
E' permessa liberamente la loro riproduzione, citando autori e link. Comunicateci se riprendente un nostro scritto ed inseriremo il link al vostro sito/blog nella nostra pagina dei siti amici.
Eventuali loghi e marchi proposti in questo sito sono di proprietÓ dei rispettivi proprietari. Generalemente le immagini proposte sono di nostra proprietÓ o tratte dalla rete. Se stiamo utilizzando
immagini di proprietÓ, ovviamente inconsapevolemente,  comunicatecelo e provvederemo ad eliminarle immediatamente.