Il sito di Attilio Folliero
07/10/08 SIP
martes, 06 abril 2010 23:12
Escritos en Español
Español
Articoli di Attilio Folliero sul Venezuela
Venezuela 
Búsqueda personalizada
Principal Arriba 03/01/08 Borse 2007 04/01/08 Cambio Bs 10/01/08 Clara Rojas 16/01/08 Liberazione 18/01/08 Bertinotti 31/01/08 Alimentos 01/02/08 USB 08/02/08 Exxon 08/03/08 Polo Nord 13/03/08 FARC 15/05/08 Berlusconi 25/05/08 Marulanda 10/06/08 A Lula 16/09/08 Vaticano 22/09/08 Vivanco 29/09/08 Tio 29/09/08 Homenaje 04/10/08 Haiti 06/10/08 Riflessioni 07/10/08 SIP 09/10/08 Crack 16/10/08 Rai Internet 20/10/08 Italia 20/10/09 Napoli 22/10/08 Dollaro 22/10/08 Totò 30/10/08 Satelite 31/10/08 Inclusion 12/11/08 Due crisi 23/11/08 Venezuela
Dal 15/10/2006
Google Analytics
Page Rank Check
 
Principal
Arriba
La Sip a Madrid per l'annuale riunione di menzogne contro Cuba e Venezuela

Attilio Folliero/LPG, Caracas 07/10/2008

Vedasi anche:

bullet

La SIP y Yoani, una mezcla oscura contra Cuba

bullet

Asesinato pasional de Javier García presentado en la SIP como muerte política

bullet

Los amos de la SIP

bullet

Internet in America Latina

bullet

Cuba e il Web

bullet

I mercenari dei diritti umani

bullet

El nuevo rostro de la contrarrevolución en Cuba

bullet

Verdades de Cuba

La SIP è la Società interamericana della Stampa, ossia l'associazione di categoria che raccoglie gli editori dei giornali del continente americano. Di fatto è l'associazione degli editori schierati con gli USA ed è finanziata dalla CIA (vedasi l'articolo Los amos de la SIP).

In questi giorni ha tenuto la sua riunione annuale, ma a differenza degli altri anni ha scelto di riunirsi a Madrid, ben lontana dalla sua sede naturale: il continente americano. In America, ormai, non crede più nessuno alle menzogne che racconta annualemente! Le balle sparate quest'anno, però, sono state così grosse da far vergognare e mettere le mani tra i capelli perfino al Washington stampato sui dollari che avevao in tasca, appena ricevuti dal proprio "padrone"!

Dopo la figuaraccia della riunione dello scorso anno, realizzata a Caracas ormai proprio nessuno crede alle balle che raccontano i proprietari dei mezzi di informazione stampata che appunto rientrano nella SIP. Ogni anno, tra la'ltro sono sempre di meno.

Lo scorso anno, nella riunione di Caracas hanno perso definitivamente quel poco di credibilità che ancora avevano: l'intera riunione si è consumata ad attaccare la mancanza di libertà di stampa esistente in Venezuela e la repressione che li' si consuma a danno dei media di opposizione. Il fatto di dire simili cavolate proprio a Caracas, dove appunto si sono potuti riunire e dire liberamente tutte le menzogne che volevano ha fatto perdere loro definitivamente la credibilità. Quest'anno i quattro gatti ancora aderenti all'organizzazione sono andati a riunirsi a Madrid, sperando di trovare un palcoscenico europeo disposto a credere alle loro menzogne.

Se si escludono alcuni giornali reazionari, come El Pais, ben pochi hanno dato seguito alle loro bugie. Anche quest'anno, ad essere attaccati sono stati soprattutto Cuba e Venezuela. Per Cuba hanno fatto parlare in videoconferenza Yoani Sánchez, la ragazza di cui anche noi ci siamo occupati in passato. Rimandiamo dunque a quell'articolo. Non c'e bisogno di aggiungere altro.

Per parlare male del Venzuela è intervenuto il signor Federico Ravell, direttore della televisione venezuelana di opposizione "Globovision". Da notare subito che la SIP raccoglie gli editori di stampa e giornali, per cui niente avrebbe a che fare un editore televisvo. Comunque lo fanno partecipare alla riunione per fargli sparare la sciocchezza piu' grossa: "In Venezuela il regime di Hugo Chavez ammazza i giornalista" e cita il caso di Javier García.  Il giornalista Javier Garcia purtroppo è stato effettivamente assassinato, ma non certo per motivi politici: è stato ammazzato per ragioni passionali ed il suo assasino, tale Oberto Moyeda Zárraga è reo confesso ed è stato arrestato. Nessuna motivazione politica dunque dietro la morte di questo giornalista. Di fronte a simili affermazioni che mai potrebbe ancora continuare a crederli?

Dopo questa ennessima figuraccia, per la riunione del prossimo anno, consigliamo alla SIP di scegliere un luogo deserto, lontano da orecchie indiscrete, così possono raccontarsi fra di loro tutte le barzellette e le balle che vogliono, senza timore poi di essere prontamente smentiti e derisi.

feed
OK notizie
Folliero su Tecnocotizie
Add to Google Reader or Homepage
http://www.wikio.it
twitterSlidefacebookVideo in Daily Motion
folliero.it
Dal 26/01/2001
Nel sito gli scritti, gli articoli, le poesie, i racconti, di Attilio Folliero e Cecilia Laya, ma anche i principali eventi della propria vita. Spazio anche alle famiglie ed alle città di origine, Lucera, in Italia e Caracas, in Venezuela.
Articoli di Attilio Folliero sul Venezuela
Dal 2001 il Venezuela negli articoli di Attilio Folliero e Cecilia Laya
Galeria fotografica
Matrimonio Attilio Folliero e Cecilia Laya Lucera, 10/09/2004

selvas blog

Siti amici
Se hai un sito/Blog e vuoi intercambiare il link, contattaci


Sitios Amigos
Si tienes
un Sitio o Blog y quieres intercambiar el enlace, contáctanos
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale prodotto da Attilio Folliero e Cecilia Laya. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della legge n. 62 del 07.03.2001 e leggi successive.
Articoli, poesie e racconti contenuti in questo sito sono Copyleft
E' permessa liberamente la loro riproduzione, citando autori e link. Comunicateci se riprendente un nostro scritto ed inseriremo il link al vostro sito/blog nella nostra pagina dei siti amici.
Eventuali loghi e marchi proposti in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari. Generalemente le immagini proposte sono di nostra proprietà o tratte dalla rete. Se stiamo utilizzando
immagini di proprietà, ovviamente inconsapevolemente,  comunicatecelo e provvederemo ad eliminarle immediatamente.