Il sito di Attilio Folliero
22/06/09 Castiglia
martes, 06 abril 2010 23:12
Escritos en Español
Español
Articoli di Attilio Folliero sul Venezuela
Venezuela 
Búsqueda personalizada
Principal Arriba 10/01/2009 Referendum 15/02/09 Risultati 15/02/09 Chavez 20/02/09 Pib 2008 21/02/09 Reservas 06/03/09 Mibtel 06/03/09 Borse 2008 06/03/09 Borse 2007 06/03/09 Borse 2009 06/03/09 Borse week 06/03/09 Capital 21/03/09 Obras 24/03/09 Terra 31/03/09 Crack 01/04/09 RAI 24/04/09 Monete 25/04/09 Borse 2009 05/05/09 Impregilo 15/05/09 100 LPG 23/05/09 Oro Cina 16/06/09 BRIC 17/06/09 Airbus 1 19/06/09 Airbus 2 22/06/09 Castiglia 23/06/09 Iran 24/06/09 Nestle 28/06/09 Honduras golpe 28/06/09 Radio Globo 01/07/09 Obama 21/07/09 McDonald's 17/11/09 Debito USA 21/11/09 V Internazionale 23/11/09 Pib Ven 26/11/09 Dubai 01/12/09 Banche
Dal 15/10/2006
Google Analytics
Page Rank Check
 
Principal
Arriba
Rocco Castiglia non c'è più.

di Attilio Folliero

Caracas, 22/06/2009

Vedasi anche:

Rocco Castiglia non c'è più. E' una grande tristezza. Io lo conobbi solo pochi anni fa. Me ne parlò la prima volta Mario Neri, quando ci stavamo occupando degli italiani indigenti che vivono in Venezuela.  Rocco era uno di quegli italiani che non venne mai "aiutato" dalle istituziuoni, anzi per le istituzioni non esisteva.

Dalla natia Tricarico, nella poverissima Basilicata del dopoguerra, la vita lo avevo condotto in Venezuela e da quando era arrivato, nei primi anni cinquanta, non era mai più tornato in Italia.

E' stato un brillante ed eclettico artista: musicista, pittore, scrittore. Come musicista, coi vari gruppi cui si è cimentato ha avuto anche un discreto successo; spesso chiamto a suonare nei più prestigiosi locali, hotel e ristorianti di Caracas e dintorni, raggiungendo una discreta fama quando apparve nella più importante trasmisisone televisva della televisione Venezuelana "Venevision".

Oltre a suonare si dedicava ad insegnare la musica ai giovani; fu proprio quest'attività che gli fornì gli introiti necessari a vivere, quando smise di suonare a livello professionale. Ha isnegnato musica a tantio giovani, fino in tarda età.

A causa dell'età avanzata e la mancanza di alunni, ha cominciato da avere seri problemi economici, non avendo alcun tipo di introito, neppure una misera pensione.

Era un tipo orgoglioso, tanto orgoglioso che non accettava l'elemosina, neppure da Mario Neri, il suo grande amico degli ultimi anni. Mario lo aiutava vendendo i suoi quadri. Ovviamente anche l'attività di pittore col passare degli anni, si era norevolemente ridotta fino al punto che oggi, ad ottanta anni non poteva più dipingere. Aveva però un buon numero di quadri, che Mario gli vendette uno dopo l'latro per poter vivere. A volte Mario non riusciva a vendere subito un suo quadro e viste le necessità gli dava soldi suoi, dicendogli che erano il provento della vendita del quadro.

Per poterlo aiutare, a Mario Neri venne l'idea di pubblicare un suo libro di racconti, i cui proventi sarebbero andati interamente a lui. Mario mise una parte dei soldi, il resto fu raccolto fra i membri della comunità italiana e si stampò il libro. Il libro fu distribuito non attraverso i normali canali librari (librerie ed edicole), ma venne  venduto dagli stessi membri della comunità italiana: chi aveva una attività a contatto col pubblico (qualunque essa fosse) lo proponeva ai propri clienti ed utenti; altri si incaricarono di proporlo ai propri amici e familiari. Il prezzo era libero. Quando uno di noi raccoglieva una certa somma o aveva finito il pacco di libri che aveva avuto in affidamento, i soldi, per il tramnite di Mario arrivavano direttamente a Rocco.

Certo i provento della vendita di questo libro non erano sufficienti a coprire le spese per sopravvivere, però era pur sempre un piccolo aiuto, soprattutto morale.

Ultimamente Rocco non aveva molta voglia di vivere; si sentiva inutile; aveva anche tentato il suicidio, tagliandosi le vene e fu grazie al pronto intervento di Mario e di sua figlia Sandra, medico, che si salvò.

La stampa di quel libro lo rese felice, almeno per qualche momento; anche le lezioni di musica che potette dare gratuitamente ai giovani che frequentavano il Circolo Gramsci presso l'INCE de Los Ruices, lo aiutarono ad andare avanti, perchè lo fecero sentire ancora utile. Ricordo la sua felicità di quando gli consegnammo la copia del libro.

Nelle ultime due fiere internazionali del libro di Caracas, i suoi racconti furono venduti presso lo stand della Editrice Zambon. Nella fiera del 2007 ebbe un buon successo, anche grazie al caricaturista italiano Enzo Apicella, presente a FILVEN 2007 con un proprio libro, il quale si offri di fare gratuitamente una caricatura a tutti coloro che acquistavano il libro.

Il giorno del suo funerale il suo libro è stato distribuito ai partecipanti. Un modo per poterlo ricordare per sempre.

Ora che Rocco non c'è più, non c'è più bisogno di vendere il libro per aiutarlo; però sarebbe bello poter perpetrare il ricordo di Rocco con iniziative simili, con iniziative che possano aiutare i più bisognosi. Ciao Rocco, sarai sempre nei nostri cuori.



feed
OK notizie
Folliero su Tecnocotizie
Add to Google Reader or Homepage
http://www.wikio.it
twitterSlidefacebookVideo in Daily Motion
folliero.it
Dal 26/01/2001
Nel sito gli scritti, gli articoli, le poesie, i racconti, di Attilio Folliero e Cecilia Laya, ma anche i principali eventi della propria vita. Spazio anche alle famiglie ed alle città di origine, Lucera, in Italia e Caracas, in Venezuela.
Articoli di Attilio Folliero sul Venezuela
Dal 2001 il Venezuela negli articoli di Attilio Folliero e Cecilia Laya
Galeria fotografica
Matrimonio Attilio Folliero e Cecilia Laya Lucera, 10/09/2004

selvas blog

Siti amici
Se hai un sito/Blog e vuoi intercambiare il link, contattaci


Sitios Amigos
Si tienes
un Sitio o Blog y quieres intercambiar el enlace, contáctanos
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale prodotto da Attilio Folliero e Cecilia Laya. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della legge n. 62 del 07.03.2001 e leggi successive.
Articoli, poesie e racconti contenuti in questo sito sono Copyleft
E' permessa liberamente la loro riproduzione, citando autori e link. Comunicateci se riprendente un nostro scritto ed inseriremo il link al vostro sito/blog nella nostra pagina dei siti amici.
Eventuali loghi e marchi proposti in questo sito sono di proprietà dei rispettivi proprietari. Generalemente le immagini proposte sono di nostra proprietà o tratte dalla rete. Se stiamo utilizzando
immagini di proprietà, ovviamente inconsapevolemente,  comunicatecelo e provvederemo ad eliminarle immediatamente.