Il sito di Attilio Folliero
Eventi
martes, 06 abril 2010 23:12
Escritos en Espa˝ol
Espa˝ol
Articoli di Attilio Folliero sul Venezuela
Venezuela 
B˙squeda personalizada
Principal Attilio Folliero Articoli Poesie Racconti Cecilia Laya Stampa, Radio, TV Pittura Attilio e Cecilia Sposi Famiglia Luigi Folliero Portobello Tesi La Sapienza Tesi Master San PioV Progetto Master Elea Ceseiv Eventi Viaggi Lucera Caracas Dati economici Dati Internet Siti amici Ricerca - Buscar Galleria Fotografica Sitio en Espa˝ol
Dal 15/10/2006
Google Analytics
Page Rank Check
 
Principal
I principali eventi relazionati con Attilio Folliero e Cecilia Laya
Eventi felici e tristi, avvenimenti pubblici o privati

In costruzione

Anno 2002

bullet

20 marzo: Attilio Folliero parte per il Venezuela. Tre giorni a Caracas, in un Hotel nei pressi dell'Universidad Central, quindi un viaggio all'interno del paese.

bullet

1 aprile: ritorno a Caracas, dove alloggia presso un residence a San Bernardino, una delle zone residenziali pi¨ esclusiva di Caracas. In questo residence Attilio e Cecilia alloggiano per 5 mesi.

bullet

11 aprile: colpo di stato in Venezuela; il golpe fallisce per la reazione del popolo che insorge e una parte dei militari, fedeli al governo

bullet

15 agosto: acquisto dell'appartamento in zona Candelaria con mutuo ventennale a tasso agevolato; dopo due anni il mutuo viene estinto, anche grazie ad una legge che prevede l'assegnazione di una quota (fino al 20% del valore dell'immobile) a fondo perduto per l'immobile di prima residenza

bullet

23 dicembre: Attilio inizia a lavorare presso il Consolato Generale d'Italia a Caracas, grazie ad un concorso (per titoli ed esami) vinto; il posto Ŕ a tempo determinato di sei mesi. Allo scadere vine rinnovato di altri sei mesi, e nuovamente rinnovato anche allo scadere del secondo contratto. Secondo le disposizioni di Legge, i 400 contrattisti consolari, a livello mondiale, avendosi visto rinnovato il contratto per due volte, senza interruzione alcuna e prefigurandosi la necessitÓ per il datore di lavoro (il Ministero) di un impegno di tali lavoratori a tempo indeterminato, hanno acquisito il diritto al contratto a tempo indeterminato.

Anno 2003

bullet

2 dicembre 2002 - 2 febbraio 2003 serrata e golpe pertolifero: Il 2 dicembre inizia una serrata da parte degli imprenditori venezuelani, che andrÓ avati per due mesi; si tratt˛ di un nuovo tentativo di colpo di stato; questo nuovo golpe tendeva a sovvertire l'ordine costituzionale attraverso la serrata e la mancata produzione e commercializzazione di beni di prima necessitÓ per la maggioranza del popolo; in questo modo si intendeva forzare la rinuncia del presidente. Il popolo ed il governo resitettero e riuscirono a sconfiggere i golpisti.

Gli avvenimenti pubblici si intrecciano drammaticamente con quelli privati di Attilio e Cecilia. Attilio con un concorso vinto e la sicurezza di avere un buon stpendio per i successivi sei mesi, cui si aggiunge lo stipendio di Cecilia apparentemente non hanno problemi economici e quind decidono di fare alcuni investimenti, primo fra tutti il restauro dell'appartamento. I lavori, per˛ debbono essere interrotti a causa della mancanza di soldi contanti! Attilio riscuote il primo stipendio dopo 4 mesi e Cecilia, impiegato pubblico, rimane senza stipendio per 5 mesi; a causa della serrata e la mancata produzione petrolifera, lo stato venezuelano rimane senza introiti e non riesce a pagare gli stipendi al personale pubblico; le riserve vengono impiegate per acquistare sul mercato internazionale petrolio a prezzi di mercato. In venezuela la benzina, la pi¨ economica al mondo, 10 lire al litro, raggiunge prezzi da capogiro al mercato nero e di consegunza aumentano tutti i prodotti; molti beni di prima necessitÓ sono introvabili, altri sono reperibili solo nel mercato nero, ma con prezzi altissimi. Anche i materiali da costruzione (cemento, mattoni, ceramica ...) diventano introvabili o a prezzi impossibili da sostenere. Non si pu˛ fare altro che sospendere i lavori ed utilizzare e poche riserve rimaste per pagare il mutuo e mangiare.
bullet

1 marzo: il primo marzo, sabato, Attilio e Cecilia decidono di fare una gita fuori porta. Vanno a El Hatillo, uno dei cinque municipi che conformano la Gran Caracas. Siamo sempre a Caracas, ma per essere un quartiere in montagna, in un parco protetto, dove le poche costruzioni sono in stile coloniale sembra di essere in un'altra cittÓ. La gita si trasforma in una piccola drammatica avventura, a causa della "guarimba".  Ancora una volta gli avvenimenti pubblici e politici si intreciano con quelli privati. I golpisti, la borghesia non contenta di essre stata sconfitta nel nuovo tentativo di golpe operato tra il dicembre ed il febbraio, a marzo inizia una nuova strategia: la guarimba, ossia proteste violente,  improvvise e circostritte, con incendio di cassonetti, auto e quanto si trova in strada, al fine di chiudere le strade ed impedire la circolazione. Quel sabato era tutto tranquillo, ma quando il pomeriggio Attilio e Cecilia decidono di tornare a Caracas, scoprono che sono scoppiati i disordini e le uniche due vie che portano a questo quartiere, sono state trancate dai manifestanti dell'alta borghesia. Gli autobus urbani ed i taxi sono disponibili ma non possono partire perchŔ le vie sono chiuse per i disordini e gli scontri con le forze dell'ordine. Impossibilitati a ritornare a casa, Attilio e Cecilia decidono di trovare un albergo, quando scoprono che in questo quartiere non ci sono alberghi o pensioni, a causa di rigidi regolamenti  che impediscono la costruzione di strutture alberghiere in parchi e zone ambientali protette. Vanno letteralmente in giro a cercare un posto dove passare la notte; con l'aiuto di alcune persone riescono ad arrivare alla casa di una famiglia che offre riparo per la notte a persone che sono rimaste intrappolate. Sono fortunati perchŔ essendo arrivati prima di altri, riescono a trovare oltre al riparo anche un materasso di fortuna messo in un angolo della casa. Tra le persone presenti in questo posto anche una sposa che doveva sposarsi quella sera e non aveva modo di uscire dal quel quartiere. Alla fine decidono di portare la sposa in moto, passando attraverso la campagna. La mattina seguente, Attilio e Cecilia si svegliano presto, all'alba. Fortunatamente i disordini sono stati sedati e le viesgomberate; gli autobus stanno facendo normale servzio e possono tranquillamente far ritorno a casa. Quel mese di marzo  Ŕ il pi¨ difficile, ancora pi¨ difficile del periodo del golpe edella serrata, perchŔ le proteste violete ed improvvise della borghesia impedisce l'approvigionamento; nuovamente i beni scarseggiano ed i prezzi  tornano alle stelle. La situazione, per˛ migliora rapidamente nels econdo semestre: l'oligarchia e l'alta borghesia Ŕ sconfitta, la produzione di petrolio torna a pieno rimo e con essa gli introiti dello stato, che puo' pagare gli stipendi, arretrati compresi.

Anno 2004

bullet

Attilio viene licenziato il 22 dicembre 2004, dopo due anni ininterrotti di lavoro. Inizia, da allora una lunga causa giudiziaria, ancora in corso, contro il Ministero degli Esteri per ingiusto licenziamento, tendente principalemnte ad ottenere il reintegro nel posto di lavoro, ma anche il pagamento dei conributi previdenziali, che il Ministero degli Esteri ha omesso di pagare ad alcuni.

Anno 2009

bullet

Attilio e Cecilia passano il Capodanno alle Terme de Las Trincheras (Estado Carabobo)

bullet

A Gennaio Cecilia, lascia il posto di Amministratore della casa casa rettorale, per assumere l'incarico di "Jefe de Administracion", sempre presso l'UniversitÓ Simon Bolivar

bullet

15 febbraio: referendum in Venezuela per emendare la Costituzione. Vince il si e viene eliminato il limite di una rielezione negli incarichi pubblici di natura elettiva. Da questo momento in poi, il Presidente della Repubblica, i deputati, i governatori, i sindaci, i consiglieri statali e comunali e tutte tutti gli altri eletti possono presentarsi alle elezioni tutte le volte che lo desiderano. Ovviamente per essere confermati nell'incarico dovranno ottenere i voti necessari.

Anno 2010

feed
OK notizie
Folliero su Tecnocotizie
Add to Google Reader or Homepage
http://www.wikio.it
twitterSlidefacebookVideo in Daily Motion
folliero.it
Dal 26/01/2001
Nel sito gli scritti, gli articoli, le poesie, i racconti, di Attilio Folliero e Cecilia Laya, ma anche i principali eventi della propria vita. Spazio anche alle famiglie ed alle cittÓ di origine, Lucera, in Italia e Caracas, in Venezuela.
Articoli di Attilio Folliero sul Venezuela
Dal 2001 il Venezuela negli articoli di Attilio Folliero e Cecilia Laya
Galeria fotografica
Matrimonio Attilio Folliero e Cecilia Laya Lucera, 10/09/2004

selvas blog

Siti amici
Se hai un sito/Blog e vuoi intercambiare il link, contattaci


Sitios Amigos
Si tienes
un Sitio o Blog y quieres intercambiar el enlace, contßctanos
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicitÓ, esclusivamente sulla base della disponibilitÓ di materiale prodotto da Attilio Folliero e Cecilia Laya. Pertanto, non pu˛ considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della legge n. 62 del 07.03.2001 e leggi successive.
Articoli, poesie e racconti contenuti in questo sito sono Copyleft
E' permessa liberamente la loro riproduzione, citando autori e link. Comunicateci se riprendente un nostro scritto ed inseriremo il link al vostro sito/blog nella nostra pagina dei siti amici.
Eventuali loghi e marchi proposti in questo sito sono di proprietÓ dei rispettivi proprietari. Generalemente le immagini proposte sono di nostra proprietÓ o tratte dalla rete. Se stiamo utilizzando
immagini di proprietÓ, ovviamente inconsapevolemente,  comunicatecelo e provvederemo ad eliminarle immediatamente.